Perché la biodiversità è importante.

In ecologia la biodiversita o diversità biologica è l’insieme delle diversità delle forme di vita in termini di forme, caratteristiche e patrimonio genetico rispetto agli ecosistemi.

Per capire l’importanza della biodiversità bisogna partire da una considerazione che molti riterranno, forse, filosofica o fatalistica ma è, in realtà, assolutamente pratica.

Gli esseri umani si considerano i padroni del pianeta, la specie dominante che ha il diritto di manipolare, utilizzare le risorse, sfruttare e modificare la Terra; in verità, la Natura che è l’insieme di tutto il presente sul nostro pianeta, è strutturata sulla base di un equilibrio, una stabilità del sistema in cui tutto ha la funzione di contribuire alla stabilità e al buon funzionamento globale.

La biodiversità si esplica attraverso una diversità di patrimonio genetico, di specie e di ecosistemi, che sono gli ambienti in cui un insieme di caratteristiche consentono e mantengono la vita delle forme viventi che li abitano.

In questo senso anche il genere umano fa parte della biodiversità, con un ruolo attivo nel suo mantenimento. Qualunque intervento umano sull’ambiente va a modificare l’equilibrio e incide sulla stessa biodiversità.

A volte ci accorgiamo dei segni macroscopici del nostro intervento deleterio sull’ambiente quando constatiamo che alcune specie stanno andando in estinzione o sono a rischio di sopravvivenza.

Un esempio eclatante è relativo agli orsi bianchi che, a causa del surriscaldamento globale che sta pericolosamente sciogliendo i ghiacci polari, vedono minacciato il loro ambiente di vita e si stima la riduzione del loro numero di due terzi entro il 2050 se si va avanti con questo ritmo di surriscaldamento.

Questo è solo un esempio di danno rispetto alla  biodiversità ma se guardiamo al mondo microscopico scopriamo che alterando il microambiente si modifica anche la biodiversità batterica creando uno squilibrio con l’eccessiva proliferazione di certi batteri a danno di altri.

Gli squilibri batterici sono spesso alla base di sviluppo di malattie per l’uomo. Questi due semplici esempi dimostrano quanto sia importante mantenere il più possibile inalterato l’equilibrio degli ecosistemi al fine di preservare la biodiversità, presupposto fondamentale per l’equilibrio complessivo del pianeta e della regolazione naturale delle specie in termini di varietà e di numero di popolazione per ciascuna specie, batteri compresi.

Da tutto quanto descritto e dalle disquisizioni fatte, risalta l’estrema importanza di rispettare l’ambiente e preservare la biodiversità, ne va della nostra stessa vita.

Il tema della biodiversità è così importante da aver indotto l’ONU a dichiarare il decennio che stiamo vivendo, il periodo tra il 2010 e il 2020, Decennio della biodiversità. E’ compito di ciascuna Nazione mettere in atto azioni di tutela dell’ambiente finalizzato al mantenimento della diversità biologica ed è dovere di ciascuno e di tutti fare il possibile perché le attività umane siano volte a questo obiettivo.

No Comments

    Leave a reply